ORTO SUL BALCONE

  • Post Category:Orto
  • Post Comments:0 Commenti

ORTO SUL BALCONE: LA SALUTE VIENE ANCHE DA LI’

Coltivare da sé la verdura da portare in tavola è sempre più di moda anche nelle grandi città.

I negozi di agraria si attrezzano per permettere ai clienti di creare piccoli orti sul balcone.

Vaschette di terra, concimi in piccole quantità, semi e piantine al dettaglio sono sempre più richiesti.

UN PICCOLO SPAZIO PER UN PICCOLO ORTO SUL BALCONE.

È davvero biologico quello che vendono i supermercati? Sembrerebbe che le persone non ci mettano la mano sul fuoco e tendano a produrre da sé le verdure da mettere in tavola. Poter seminare, coltivare e veder crescere i prodotti è a garanzia della genuinità degli ortaggi che si consumano.

Anche la scelta del fertilizzante è in questa direzione: i prodotti biologici sono sempre più richiesti.

I produttori di concimi bio sembra si stiano accorgendo di questa nuova richiesta dei clienti: piccole dosi per pochi litri di terra da coltivare. Sostanze organiche e minerali danno il giusto nutrimento alla pianta per produrre il frutto.

Pomodori, cetrioli e insalata le verdure più prodotte in casa. Basta una vaschetta di terra un po’ profonda, sole e acqua, della buona concimazione e il gioco è fatto. Capita sempre più spesso in città, di alzare lo sguardo e vedere sui balconi piante cariche di verdure che le persone poi consumano, certe della qualità della produzione propria.

PROGETTARE L’ORTO IN POCHI PASSI

Per creare il proprio orto bisogna innanzitutto valutare lo spazio che si ha a disposizione: quanto è grande? Gode di una esposizione al sole per gran parte della giornata o è prevalentemente in ombra? È sotto un tetto o a cielo aperto? Queste valutazioni preliminari ci aiuteranno ad avere successo nella nostra produzione di ortaggi.

Dopo queste valutazioni, bisogna scegliere i vasi dove mettere a dimora i semi o le piantine. Può essere che ci si possa permettere di posizionare sul balcone delle grandi vasche o solo dei vasi più piccoli e gestibili. Bisogna fare attenzione in ogni caso, alla profondità dei vasi che scegliamo: più sono profondi e più le radici saranno numerose e resistenti, per permettere alle piante di crescere in salute, anche quando saranno a completa maturazione.

La scelta delle piante dipende da questi fattori: saranno da scegliere erbe aromatiche, insalata o carote se si hanno vasi poco profondi, mentre piante di cetrioli e pomodori saranno più adatti per vasi o vasche profonde, in modo che le piante possano radicare senza costrizioni. Sempre pomodori, ma anche melanzane e piselli potranno essere adatti per il pieno sole, mentre la verdura in foglia crescerà bene anche con una parziale esposizione al sole.

DAL PROGETTO ALLA REALIZZAZIONE… CON QUALCHE PICCOLO AIUTO

Con le idee chiare in testa, è il momento di provvedere a terriccio e fertilizzanti, sempre bio ovviamente. La scelta non può essere casuale: ad ogni pianta la sua terra migliore, come pure il suo nutrimento migliore. Il substrato dovrà essere necessariamente soffice per evitare i ristagni d’acqua, ma al contempo dovrà essere in grado di trattenere l’umidità, caratteristica garantita dalla presenza della torba. Alcune componenti vegetali, caratteristiche dei fertilizzanti, non devono mancare nel terriccio per soddisfare le esigenze nutritive delle piante.

Ultimo passo, ma non meno importante, una volta che ho messo a dimora le piantine o i semi, è pensare ad un sistema di irrigazione. Se non si vuole essere dipendenti dal dover bagnare le piante ogni giorno e allo stesso tempo evitare sprechi d’acqua, optate per una soluzione “goccia a goccia” con a monte un programmatore. Poiché la vita in città è più frenetica di quella di campagna e ci porta ad essere spesso fuori casa, il sistema di irrigazione che provvederà a fare tutto da sé, sarà un comodo aiuto.

E se dovessero arrivare pidocchi o parassiti anche sui nostri balconi? Per rimanere sul biologico, adotteremo dei sistemi assolutamente naturali per curare le nostre piante da orto: i rimedi della nonna o … le coccinelle! Questi insetti ci aiutano a contrastare (divorandoli) tutti i tipi di afidi e nelle piante da balcone hanno i loro risultati migliori. Ma dove si trovano? Sono in vendita anche queste, con tanto di casette per farle stazionare nel nostro balcone.


Facebook


Twitter


Youtube

Lascia un commento